“ViVi il Verde” alla scoperta dei giardini e dei parchi dell’Emilia-Romagna

Il 23-24-25 settembre 2016 la terza edizione della rassegna regionale con eventi da Rimini a Piacenza

Dettagli dell'evento

Quando

dal 23/09/2016 alle 00:00
al 25/09/2016 alle 00:00

Dove

Emilia-Romagna, sedi varie

Persona di riferimento

Recapito telefonico per contatti

051 5276610-17

Aggiungi l'evento al calendario

Anche nel 2016 l’Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna organizza per il 23-24-25 settembre “Vivi il Verde. Alla scoperta dei giardini dell’Emilia-Romagna”, un ricco calendario di eventi in tanti luoghi diversi sparsi su tutto il territorio regionale, da Piacenza a Rimini. Protagoniste le grandi città (Bologna, Parma, Modena, Reggio Emilia, Rimini, Ravenna, Ferrara, Forlì, Cesena) e tante località in provincia. Sono coinvolti giardini pubblici, giardini privati aperti al pubblico, giardini storici, parchi, giardini e orti botanici, aree urbane verdi, giardini di ville o di castelli, e persino angoli verdi all’interno di musei. In generale si parlerà di grandi alberi e di natura “da vivere” secondo le modalità più disparate: visite guidate ai giardini, certo, ma anche laboratori, conferenze “sul campo”, percorsi sensoriali, lezioni pratiche, “treewatching”, incontri con chi i giardini li cura e li protegge per mestiere, atelier didattici per i più piccoli, presentazioni di volumi sul tema, visite speciali in “notturna” e all’alba, e tanto altro.
Guarda lo spot
Playlist VIVI IL VERDE (da youtube)


locandinaLa terza edizione prevede il coinvolgimento di decine di aree verdi.
Si va da giardini privati, come il giardino del Casoncello a Loiano, in provincia di Bologna, al Giardino di Villa des Vergers a Rimini, progettato da Pietro Porcinai, ai giardini di ville e palazzi storici, come quello della Reggia di Colorno, del Palazzo di Ludovico il Moro a Ferrara con il suo splendido “labirinto”, quello della Fondazione Magnani Rocca a Mamiano di Traversetolo, in provincia di Parma, di Villa delle Rose e di Villa Salina a Bologna, di villa La Babina a Imola, che fa parte del circuito dei “Grandi Giardini Italiani”, il giardino parco di Villa Sorra, nel modenese, e i giardini pensili di Ravenna.
In omaggio all’inventore del giardino all’inglese, Lancelot Brown (1716-1783), di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita, diverse sono le occasioni di approfondimento sull’argomento, come ad esempio a Villa Smeraldi di San Marino di Bentivoglio, con il suo grande parco e il pomario.  Apriranno anche i giardini delle “delizie estensi”, nome con cui si designano le residenze ducali nel ferrarese. Nella “Versailles degli Estensi”, ovvero la Reggia di Belriguardo, si approfondirà il tema del “giardino dipinto”, e così anche a Bologna. Si parlerà anche dei giardini dei tanti castelli dell’Emilia-Romagna, in alcuni casi ricostruendone la storia, come il giardino pensile della Rocca di Vignola, di cui restano solo testimonianze pittoriche. A Piacenza scopriremo il grandioso “giardino sognato”  di palazzo Farnese, progettato dal Vignola nel 1564, ma che non fu mai realizzato. A Castel San Pietro un pomeriggio dedicato al “Giardino degli Angeli” e alla sua storia, un giardino a forma di cuore con una speciale biblioteca realizzata dentro un albero! Visita speciale anche ai “giardini dell’anima” di Tonino Guerra a Pennabilli. Per i giardini “nati” di recente andremo alla scoperta del piccolo bosco che a Ferrara è stato dedicato al maestro  Claudio Abbado, che si definiva “un giardiniere prestato alla musica”. Coinvolti anche gli orti botanici, quello di Ferrara, con visite e riflessioni, e quello di Bologna, dove si approfondirà quest’anno il tema delle felci. Tanti i roseti: quest’anno avremo la possibilità di visitare il roseto sperimentale “Raffaele Bazzocchi” a Faenza, nato a metà degli anni Novanta e che ad oggi presenta ben 1680 piante!
Alcune escursioni prevedono la visita a secolari castagneti matildici che, proprio in questo periodo, ci offrono i loro preziosi frutti.  
Le iniziative sono per la maggior parte gratuite, alcune prevedono la prenotazione obbligatoria e il numero chiuso.  

La conferenza inaugurale della rassegna, a cura del prof. Eugenio Riccomini, è prevista a Bologna per venerdì 23 settembre, alle 17, a palazzo Hercolani-Scuola di Scienze Politiche (Strada Maggiore 45). I partecipanti riceveranno in omaggio il volume IBC “Giardini nel tempo. Dal mito alla storia”. Ingresso libero

Scarica il programma completo

Locandina

Cartolina

Locandina della conferenza inaugurale  

Seguici su Facebook e condividi con noi i tuoi scatti su Instagram  #vivilverde2016

 

Materiali e immagini per la stampa

Azioni sul documento
Pubblicato il 01/09/2016 — ultima modifica 22/09/2016

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali